Marketing is for losers close

Effetto sultano (video + words)

“Effetto sultano”
( ] ¯ | ¯ [ )
Stereogrammi Per Non Vedenti

In alto ci sta il cielo il siero e sua maestà veleno in basso 2 euro al litro serbatoio mai pieno auto immobile non siedo concedo alle mie gambe un autovelox, oro al collo a 16 con l’indice per crederci assieme muri danni mani colla il cromo poi si scrosta il metallo fa la goccia se scavalco apro tutto o mi impiglio nella giacca

porgi qua mi sembra buono ma tira un po’ di più vai tranquillo è solo fumo, dal decimo piano effetto sultano il sole che tramonta e noi che andiamo come siamo

porgi qua mi sembra buono ma tira un po’ di più vai tranquillo è solo fumo, dal decimo piano effetto sultano il sole che tramonta e noi che andiamo come siamo

casa di chi è? Lo conosci te… ciao piacere bel posto quanto costa? mostrami la borsa, siamo vestiti bene, è una mostra, in viaggio paga bancomat risorsa, Barcellona come cowa banga, periodo salutista zero cowa solo banga, per cantare abbassa il tono, lascia l’acqua su, e fanne un’altra, sul comò Mc Kenna, Bilbao nuovi mondi divinorum, Milano con Beck e la società del rischio in metropolitana l’aria è acqua e sa di guscio mica fresco mica resto ho fatto facciamo che esco

cosa ci succede se qualsiasi cosa lede qualsiasi cosa forma la moda che ritorna con la voglia che ci affonda che ci aspetta? Immagino sia frutta poco dopo la torta, smonta che è tardi fa mezzo giro ai cavi tutto in camion a tetris e ci pensiamo domani, senti come suona questo suono registra i richiami all’ordine tsunami canzoni a quattro mani zero costi ricavi futuri castighi precari para normali lavori e alla fine il conto è pari fine settimana caccia grossa safari o consolle Atari? suonano alla porta al mio 3 sciogli i cani, suonano alla porta al mio 3 sciogli i cani, suonano alla porta al mio 3 sciogli i cani

1,2, 3 / piove, suonano alla porta

il suono che passa dal cervello alla cassa la penna che marchia e il neurone che guarda lo spray che incolla sul muro una firma la mano che graffia il vinile che brilla linoleum che affronta giri sulla testa le feste che dici ok questa è una festa l’amore sudato condiviso col fiato quello che hai voluto quello che è capitato

(guarda qua, un microfono, se alzi un po di più, la base viene giù il muro, come ci chiamiamo, facciamo che spacchiamo, la cassa che salta e noi che andiamo come siamo)

guarda qua, un microfono, se alzi un po di più, la base viene giù il muro, come ci chiamiamo, facciamo che spacchiamo, la cassa che salta e noi che andiamo come siamo,

guarda qua, un microfono, se alzi un po di più, la base viene giù il muro, come ci chiamiamo, facciamo che spacchiamo, la cassa che salta e noi che andiamo come siamo…

SPNV_6
2013

– music by Shagoora
– voice by Radiosystempunkt
– voice recording by A.T.R.A.
– video by SPNV

Related Entries
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: