Marketing is for losers close

Morto il dissenso

Morto il dissenso non se ne fa un altro

scaduta la bolletta

arriva il conguaglio

il foglio giallo delle fiamme gialle

me lo consegna a mano un calabrese importante

che onore

a me tremano le gambe

e gli occhi dopo le bombe

collirio

firmo tremando

impreco sul mondo

mi rivolgo al malto

legale più di un ortaggio

Ho il portafoglio scarno

ma i goldoni per l’amore

quelli si che me li prendo

al distributore che non da il resto

e compro il vino dal cinese

vino pugliese

l’unico aperto in queste ore

spendo l’ultimo euro ma riesco a baciarti il cuore

e poi come lo pago l’affitto ?

mamma papà

siete ancora là?

rimango affranto e cerco di  piangere a comando

dicon che fa bene ogni tanto

toglie dall’imbarazzo

con ‘sto caldo

non ho voglia di fare un cazzo

fumo e m’ubriaco

come collasso

e poi non ricordo

curricula via mail

come giocare al lotto

il lavoro rende molto

molte soddisfazioni

tutto ciò che avevo in sospeso l’ho risolto

Ora riesco bene nelle cose, se non ho nessuno attorno

ma mi annoio a far le cose, se non ho nessuno attorno

Ora riesco bene nelle cose se non ho nessuno attorno

ma mi annoio a far le cose se non ho nessuno attorno

sto scappando, la prego si sposti

mi stanno cercando, mi stanno contando

ora ne faccio parte

è scritto negro su blanco

è che fa tanto caldo

è che non ricordo

ma non ho ucciso nessuno

anche se qualcuno è morto

forse il mio fiato è corto

forse ho un lavoro pronto

o non me ne sono accorto

assorto

perdo tempo a dileguarmi da chi è impegnato a controllarmi

per soldi

avrei qualche domanda da sottoporvi

ma il futuro non lo vedo come faccio a concentrarmi?

armi più armi

dobbiamo allenarci

dobbiamo alternarci

facci facci

vadi vadi

io ho le mani in faccia

non guardarmi che poi cadi

me lo dica lei

sta delirando

se vuole mi fermo

se vuole piango a comando,

come già detto

sono bravo

o se le fa piacere le lascio il posto

la prego, mi offendo.

cosa me ne frega se non ho già più un senso

se non sono incinta, anziano e nemmeno invalido di guerra

l’unica guerra che combatto è quella con l’effetto serra

la prego stia attento

tutti a terra!

tanta brutta gente in giro

non mento

tanta spazzatura e sempre in tiro

anche se sei donna devi avere il cazzo duro

e succhiare il cazzo duro

dritto al rogo

se sei frocio in culo

e tutti ad applaudire

io continuo a non capire

e tutti a rimpatriare

io che voglio ripartire

tutti a sognare, come gli anni sessanta

nessuno a fare, come oggi in banca

quanto fa caldo?

quanto mi allargo?

quanto mi sbaglio?

a te quanto serve fumare, per dimenticarlo?

quanto fa caldo?

quanto mi allargo?

quanto mi sbaglio?

a te quanto serve fumare, per dimenticarlo?

a me tanto.

.

>>> Morto il dissenso (audio)

Related Entries
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: